Ex Asilo Filangieri
  La Cittadella dell'Artigianato

 Napoli

    


 

Negli spazi parzialmente restaurati dell'Ex Asilo Filangieri in Napoli, futura sede della "Cittadella dell'Artigianato",  si sono svolte negli anni 1998/99 alcune importanti esposizioni dell'Artigianato Napoletano di alta qualità, dedicate in particolar modo all'espressione classica e tradizionale.

 

Filangieri brochure ombra web 2.jpg (42081 byte)   Napolicrea dic 98.jpg (18356 byte)   Napolicrea giu 99.jpg (19707 byte)   Napolicre dic 99.jpg (20032 byte)

 

L'ex Asilo Filangieri

Il Comune di Napoli, riprendendo un progetto della Sovrintendenza di Collegamento, ha deciso di restaurare il complesso ex Filangieri, da destinare a Cittadella dell’Artigianato Artistico.
L’ex Istituto Filangieri è parte integrante del complesso di 
S. Gregorio Armeno. 

Appartenevano all’ Istituto gli edifici che si trovano ubicati nella zona nord-occidentale dell’isola conventua­le benedettina, sulla parte terminale della odierna Via Giuseppe Maffei e sulla Via S. Nicola al Nilo. L’intero complesso occupa un’insula tripla del centro storico di Napoli, ora così deli­mitata: ad est da Via S. Gregorio Armeno (antico cardine di Via Nostriana), a sud da vico S. Luciellla, ad ovest dall’antico cardine corrispondente a Via S. Nicola al Nilo ed a nord da Via Maffei.
La sua posizione nel centro storico è particolarmente importante per l’immediata vicinanza con l’area Greco­Romana del mercato antico di piazza S. Gaetano e con i due complessi monumentali di S. Paolo Maggiore e S. Lorenzo. L’insula comprendeva al suo interno altri due cardini, uno corrispondente a Via della Campana in prosecuzione di vico S. Severino, inglobato nel convento dopo il 1638, l’altro in prosecuzione di Via Monte di Pietà, anch’esso incluso nell’area del Convento sin dalle origini.

La costruzione del Convento ha inizio nel 1572, secondo il progetto di Vincenzo Della Monica, che prevedeva un chiostro più ampio di quello attualmente esistente nel Convento di S. Gregorio Armeno: chiostro che ora ha la forma rettangolare, con il lato maggiore, composto da 11 arcate, orientato da est a ovest. La veduta del Baratta - del 1629 - ci trasferisce un immagine del primo impianto del Convento confinante ad ovest con Via della Campana.
Le Benedettine, acquisirono nel 1638 la Via della Campana ed i relativi fabbricati e solo allora il programma del Della Monica poté svilupparsi, con la costruzione dei corpi di fabbrica su Via Maffei e su Vico S. Nicola al Nilo e la prosecuzione parziale del chiostro attraverso l’inglobamento del cardine di Via della Campana.

Dopo il 1638, forse per sopravvenute difficoltà finanziarie, le Benedettine ridussero il Convento alla attuale dimensione costruendo il refettorio a separazione delle fabbriche che pervennero in tempi moderni all’Istituto Filangieri ed al Comune di Napoli e lasciando quindi incompleto il chiostro del Filangieri. I fabbricati del Filangieri furono occupati fino al sisma del 1980 dall’omonima Fondazione che vi gestiva un Convitto-Scuola per la formazione e l’avviamento al lavoro operaio ed artigiano di giovani orfani del quartiere e della città.
Dopo il sisma del 1980 la Fondazione fu sciolta ed i locali, danneggiati e sgombrati del Convitto, tornarono alla disponibile proprietà del Comune di Napoli..

Il progetto di restauro mira alla ricomposizione in un unico circuito culturale e turistico dell’intera insula di S. Gregorio Armeno dopo lunghi anni di degrado, di usi impropri, di abbandono e di vero 
e proprio saccheggio. La destinazione del complesso a Cittadella dell’Artigianato d’Arte e di Tradizione, segnala la centralità del ruolo dell’Artigianato nel recupero culturale, sociale ed economico del centro storico di Napoli. L’edificio dell’ex convitto Filangieri, diventa così il momento principale, anche se non esclusivo, di un itinerario turistico-produttivo in cui insieme alle chiese e ai prestigiosi monumenti, viene messo a disposizione dei visitatori l’immenso patrimonio di cultura, di gusto, di civiltà, rappresentato dagli artigiani di Napoli, con i loro prodotti, le loro botteghe, la loro arte.

Asilo Filangieri web.jpg (12857 byte)
Facciata Filangieri.jpg (17498 byte)
Filangieri Esterno.jpg (18744 byte)
Interno Filangieri 1.jpg (15380 byte)
Filangieri vetrina.jpg (15199 byte)
Filangieri vetrina 2.jpg (17643 byte)